Scoperte culinarie, ricette, viaggi e di tutto un po'

Timballi di melanzane

Timballi di melanzane

Vorrei iniziare con il ringraziare gli arabi per aver portato in Europa le melanzane!!! Questo ortaggio, che fa parte della famiglia delle solanacee, è diventato ormai parte integrante della dieta mediterranea! Pensate che in origine non era visto di buon occhio, anzi, si pensava che contribuisse all’isteria e gli arabi stessi davano alla melanzana una connotazione negativa!

Poi qualcuno deve averla fritta ed eccoci qui!! Ahahaha scherzo, però se ci pensate le mulignane (come le chiamano a Napoli) fritte sono una bomba! Oggi esistono mille mila ricette con questo squisitissimo ortaggio; a Valencia, dove la melanzana fa parte degli ingredienti base della loro cucina, ho potuto assaggiarla al forno con una riduzione di soia che a momenti svenivo per la bontà!

Tornando in Italia, se penso alla melanzane mi vengono in mente due cose: la parmigiana di mamma e Napoli, dove friggerle infarinate è d’obbligo! Questa volta ha vinto la seconda associazione mentale e da lì nascono questi mini timballi ripieni di spaghetti al sugo con melanzane e olive taggiasche! Se un po’ mi conoscete sapete ormai che le monoporzioni sono la mia ossessione!

Ho utilizzato per questa preparazione le melanzane striate, questo perché essendo di forma allungata consentono di avere delle strisce più strette che mi piacciono di più visivamente. Potete sostituirle con le classiche melanzane, magari tagliando a metà le fette altrimenti troppo grandi da inserire nei pirottini.

Comincia a venirmi fame, iniziamo a cucinare?

Ingredienti

Per 3 timballi

  • 2 melanzane striate medie
  • un pugno di sale fino
  • 100 gr di spaghetti
  • 150 gr di passata di pomodoro
  • 1 cucchiaio di olive taggiasche denocciolate
  • 2 foglie di basilico più qualche fogliolina per decorare
  • mezzo spicchio di aglio
  • un pizzico di peperoncino in polvere (a piacere)
  • farina 00 q.b. (per infarinare le melanzane)
  • sale e pepe q.b.
  • olio per friggere

Con una mandolina, affettiamo le melanzane ad un’altezza di 3mm. In assenza della mandolina possiamo utilizzare un coltello. Una volta ottenute le fette, lasciamole all’interno di uno scolapasta nel quale aggiungeremo un pugno di sale, mescolandolo con le mani.

Dopo 40 minuti, strizziamo delicatamente le melanzane senza romperle per togliere l’acqua in eccesso. Tamponiamole con uno scottex e mettiamo l’olio per friggere a scaldare in una padella. Mi raccomando, non lesinate sull’olio o rischiamo di bruciarlo e inondare casa di un odore di fritto che durerà per giorni; le melanzane dovranno galleggiare, quindi abbondate! Mentre l’olio si scalda, iniziamo ad infarinare le melanzane su entrambi i lati eliminando l’eccesso. Inseriamo uno stecchino nell’olio e se si circonderà subito di bollicine cominciamo ad aggiungere le melanzane che friggeranno mentre infariniamo a mano a mano le altre.

Per cuocere le melanzane: aspettiamo 2 minuti e giriamole, altri due minuti e le scoliamo, poggiandole poi su di un piatto coperto da carta assorbente. Quando avremo messo abbastanza fette sul piatto, ricopriamole con altra carta assorbente e aggiungiamo le altre fette fritte e scolate. Ripetiamo l’operazione ogni volta che il piatto sembra riempirsi, fino ad avere un “sandwich” di carta e melanzane!!! Questo fa sì che le melanzane rimangano morbide per essere poi modellate nei pirottini.

NON AGGIUNGETE SALE, ricordiamoci che avendole all’inizio messe sotto sale, lo manterranno anche in cottura!

Finito con le melanzane mettiamo intanto a bollire l’acqua per la pasta e occupiamoci del sugo. In un pentolino facciamo rosolare l’aglio, aggiungiamo le olive taggiasche e 2/3 fette di melanzane fritte (magari quelle che si sono rotte) tagliate a striscioline. Adesso versiamo la passata di pomodoro, il basilico, aggiustiamo di sale, pepe e peperoncino e lasciamo cuocere a fiamma bassa.

Una volta raggiunto il bollore, saliamo l’acqua e cuociamo gli spaghetti fino a poco più di metà cottura. Io ad esempio avevo degli spaghetti che cuocevano in 14 minuti, a 10′ li ho tolti. Scoliamo la pasta e mantechiamola nel sugo.

Adesso occupiamoci di formare i nostri timballi nei pirottini. Possiamo usare dei pirottini usa e getta di alluminio oppure di acciaio riutilizzabili, come quelli che uso io. Oliamoli leggermente e partendo dal centro del pirottino, aggiungiamo le melanzane a raggiera facendole fuoriuscire di 2cm. Arrotoliamo un po’ di spaghetti con un forchetta e inseriamoli all’interno dei cestini fino a riempirli completamente, poi richiudiamo i lembi verso l’interno e pressiamo bene per compattare il tutto.

Inforniamo a 180 gradi per 10/12 minuti.

Una volta sfornati aspettiamo 5 minuti, dopo di che passiamo un coltello appuntito tra pirottino e timballo fino alla base per aiutarci a sformarli perfettamente.

Servite con delle foglioline di basilico.

Sarà un successo! Fatemi sapere!!

Condividete con i vostri amici su:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram