Scoperte culinarie, ricette, viaggi e di tutto un po'

Waffles, ricetta base

Waffles, ricetta base

Oggi parliamo di quella meravigliosa abitudine che è quella della colazione fatta con calma. La domenica mattina, ad esempio, sempre che non lavoriate come me, che infatti la faccio di rado, purtroppo!! Pensiamo anche a quanto siano meravigliosi i brunch, dove si passa dal dolce al salato e viceversa e che mi ricorda tantissimo la colazione di Pasqua!

Che sia un brunch o una colazione, per me non devono MAI mancare 3 ingredienti: bacon, uova, waffles o pancakes (in alternativa panini caldi ai cereali tipo quelli degli hotel con burro e marmellata…ahhh la colazione continentale, che passione!).

La prima volta che ho mangiato un waffle è stata, udite udite, a New York. Sì, lo so, sono scontata ormai! Ma volete mettere? Dicembre, Central Park, food truck super attrezzato e la fila (che è sempre garanzia di ottima qualità). Era un giga waffle ricoperto di panna, fragole e cioccolata calda.

Poi ho di nuovo mangiato i waffles in Belgio, a Bruges e successivamente ho provato i nuovissimi bubble waffles in Svizzera, a Zurigo, che per quanto visivamente carini non hanno nulla a che vedere con gli originali.

I waffles sono infatti un dolce originario della Germania, ma l’America li ha accolti come fossero figli adottivi!!! Ed ecco qui che proliferano ricette di ogni genere, ma questa che vi propongo oggi è la più diffusa e può essere definita la ricetta base per ottenere questi classici e ottimi dolci per la colazione.

Io li adoro in tutti modi, con frutti di bosco e zucchero a velo, oppure in versione salata, con bacon, uova o magari anche con dell’avocado, ma sempre e comunque con lo sciroppo d’acero, che metterei praticamente ovunque neanche fossi canadese!

Quindi, armatevi di piastra per waffles, indispensabile per la loro preparazione! Se non la possedete ancora, cliccate in link qui sotto e scegliete il modello che più vi piace, ce ne sono anche di sorprendentemente economiche e vanno bene tutte!

https://amzn.to/36nsCLA

Adesso iniziamo!

Ingredienti

Per 8 waffles

  • 285 gr di farina 00
  • 5 gr di sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 50 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 300 ml di latte leggermente caldo
  • 100 gr di burro fuso
  • essenza di vaniglia a piacere

Preparazione

Come sempre in una ciotola capiente mescoliamo con una frusta gli ingredienti umidi. Scaldiamo il latte, non deve essere bollente, e aggiungiamo il burro fuso. Una volta intiepidito il composto (mi raccomando deve essere tiepido e non caldo) aggiungiamo le uova, l’essenza di vaniglia e sbattiamo con una frusta fino miscelare bene il tutto.

In una ciotola mescoliamo gli ingredienti secchi (farina, zucchero, sale, lievito) e inseriamoli, un cucchiaio alla volta, nel recipiente degli ingredienti umidi fino ad avere una pastella omogenea e morbida.

Con un pennellino da cucina o uno scottex imbevuto di burro fuso (va bene anche l’olio, l’ideale sarebbe avere uno di quelli spray) imburriamo la nostra piastra e preriscaldiamola, basterà un minutino. A questo punto versiamo un po’ di impasto sulle piastre, stando attenti a non esagerare altrimenti si gonfierebbero troppo, e richiudiamo fino al segnale di ok della piastra. In realtà, avendo preriscaldato la piastra prima, potete anche aprirla dopo qualche secondo e vedere a che punto di cottura e doratura è il vostro waffle ed eventualmente richiudere e continuare la cottura.

Nel frattempo io ho fatto cuocere in forno a 180 gradi il mio bacon spennellato con dello sciroppo d’acero e cotto fino a doratura e poi preparato un semplicissimo uovo all’occhio di bue su una pentola antiaderente su cui avevo spennellato del burro avanzato!

Per quel sapore in più, dopo aver aggiunto sui miei waffles lo sciroppo d’acero, ho tagliato a fettine i gambi di alcuni stupendi cipollotti che avevo e li ho aggiunti al piatto.

Succo di frutta ACE, il top sarebbe una spremuta d’arancia, caffè americano, la vostra musica preferita ed ecco che inizia tutto il relax del mondo, sia che siate in compagnia di persone amate, di canetti o di voi stessi e basta.

PS: nessuno vi vieta di mangiarli a pranzo o a cena, pensate americano, non ci sono orari per nessun tipo di cibo!!!!

Adesso vi lascio godervi il momento!

Per qualsiasi richiesta, scrivetemi un messaggio e vi risponderò!

Condividete con i vostri amici su:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram