Scoperte culinarie, ricette, viaggi e di tutto un po'

Risotto alle fragole

Risotto alle fragole

Mangiato per la prima volta a Nemi, borgo dei Castelli Romani dove si tiene ogni anno la Sagra delle fragole, questo risotto mi ha conquistata diventando in assoluto il mio preferito.

Amo i contrasti e questo piatto unisce il sapore vellutato del burro a quel pizzico di acidità della fragola.

Ho scelto di lasciarlo il più possibile in “purezza”, quindi evito il parmigiano (ma se preferite potete aggiungerlo in mantecatura) e utilizzo un brodo di verdure leggerissimo.

E’ una ricetta che risale agli anni ’80, gli anni delle pennette alla vodka per intenderci (che buone!!!), molto romantica e sicuramente anche molto femminile!!

Ve lo assicuro, è una coccola per il palato e per l’anima. Un bel bicchiere di Prosecco o Champagne o, perchè no, anche un buon vino rosato ghiacciato e non avrete bisogno di altro!

Iniziamo?

Ingredienti

Per due persone

  • 30/40 gr. di burro tagliato a cubetti e tenuto in freezer
  • una noce di burro chiarificato per la tostatura del riso (in alternativa una noce di burro classico + un goccio di olio)
  • 120 gr di riso vialone nano (anche carnaroli va benissimo)
  • 1 scalogno tritato finemente
  • brodo leggero di verdure (una patata, una zucchina, una carota) q.b
  • 10 fragole grandi tagliate a cubetti (2 per la decorazione) (in inverno vanno benissimo anche quelle congelate)
  • sale q.b
  • una tazzina di vino bianco o rosato secco per sfumare
  • maggiorana q.b

Preparazione

Prepariamo il brodo di verdure: per velocizzare i tempi tagliamo in piccoli pezzi la carota, la zucchina e la patata; mettiamoli in un litro di acqua e una volta a bollore abbassiamo la fiamma e lasciamo sobollire finché le verdure saranno cotte. Potete anche salarlo, ma ricordate poi di non aggiungere sale nel risotto. Una volta cotte le verdure, togliamole dal brodo e lasciamo quest’ultimo sulla fiamma al minimo.

Tritiamo lo scalogno (anche mezza cipolla di tropea può andare bene), tagliamo a cubetti il burro, mettiamolo in freezer e tagliamo a cubetti le fragole lavate e private del picciolo.

In una pentola facciamo sciogliere una noce di burro con un goccio di olio per non farlo bruciare. In alternativa se abbiamo del burro chiarificato usiamo quello senza dover aggiungere nulla.

Quando il burro si sarà sciolto tostiamo il riso. Facciamolo dorare leggermente a fiamma media, più sarà tostato, migliore sarà la sua resa in cottura. Togliamo la pentola dal fuoco e sfumiamo con il vino bianco; stiamo attenti, farà un bel vapore, mescoliamo velocemente il riso e rimettiamo la pentola sul fuoco lasciando evaporare tutta la parte alcolica del vino, ci vorranno pochi secondi.

Aggiungiamo due mestoli di brodo e versiamo lo scalogno tritato; lasciamo che il nostro riso assorba quasi del tutto il liquido prima di aggiungerne ancora. Se non avete salato il brodo, aggiungete il sale adesso.

Bagnamo il riso con il brodo un po’ alla volta e solo dopo che abbia assorbito quello versato precedentemente, continuando a mescolare. A metà cottura inseriamo le fragole tagliate a cubetti, continuiamo a girare e se necessario aggiungiamo altro brodo fino a completare la cottura.

Quando il riso sarà della consistenza che più ci piace, togliamolo dal fuoco, aggiungiamo qualche fogliolina di maggiorana e mantechiamolo con il burro tenuto in freezer, incorporandolo del tutto.

Lasciamo riposare per 2/3 minuti e poi potremmo servirlo guarnendolo con le fragole tenute da parte e qualche fogliolina di maggiorana!

Se vi avanza il brodo non buttatelo, potete congelarlo e averlo così pronto per altre preparazioni!

Questo risotto è davvero di una bontà unica, oltre che essere bellissimo!

Godetevelo!

La maggiorana è perfetta con le fragole

Condividete con i vostri amici su:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram