Scoperte culinarie, ricette, viaggi e di tutto un po'

Pulled pork al forno (maiale sfilacciato)

Pulled pork al forno (maiale sfilacciato)

Non so se abbiate mai avuto la possibilità di assaggiare il pulled pork, è sicuramente un’esperienza di sapori unica, la carne è tenera, speziata e succosa!

Altro non è che del maiale sfilacciato, cotto lentamente al barbecue e ricoperto di spezie. E’ una ricetta tipica del sud Stati Uniti, in particolare della Carolina, dove la pratica del bbq è diventata una vera e proprio arte.

La cosa che contraddistingue questa preparazione è la cottura lenta e a bassa temperatura della carne, così che tutto il tessuto connettivo si ammorbidisca dando un risultato finale tenerissimo.

Cioè che caratterizza il bbq americano è il rub, una miscela di spezie con cui viene marinata e quindi insaporita la carne prima di cuocerla. Ne esistono di tantissime tipologia, alcune le potete trovare in commercio già pronte, ma è divertente trovare la propria miscela giocando con le spezie che si preferiscono.

Non avendo un bbq super cool, ho deciso di provare a preparare il pulled pork in forno ed è venuto buonissimo comunque. Certo, si perde l’effetto smoky, affumicato.. ma l’utilizzo di salse come la bbq o la HB è un ottimo modo per ricrearne il sapore.

Inoltre, udite udite, da brava anarchica, ho usato un pezzo di carne che non andrebbe assolutamente utilizzato, cioè il filetto di maiale, che essendo magro è sconsigliatissimo.

Ad onor del vero, ho cercato la spalla di maiale o un taglio grasso, però, forse a causa della quarantena, non avevano un bell’aspetto. C’era invece un bel filetto che aveva un lato ricoperto di grasso..quindi perchè no?

Inoltre, giusto per dare un che di legittimo a questa ricetta, posso aggiungere che è estate, fa caldo..il filetto è più light e perfetto per la prova costume!!!!

E soprattutto, se è venuto buonissimo con il filetto, figuriamoci cosa verrebbe fuori con la spalla di maiale!!

Ho scelto di servire il pulled pork con i classici panini per hamburger, fatti in casa qualche settimana fa e congelati! Se cercato la ricetta eccola qui: burger buns.

Adesso passiamo alle cose “serie”, cucinare!

Pulled pork bun

Ingredienti

Per 4 panini

  • 700 gr di spalla di maiale (o filetto se volete essere blasfemi come me!)
  • un cucchiaio di senape all’antica
  • 4 cucchiai di acqua
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • 4 panini per hamburger (link qui)
  • salsa bbq

Per il rub

  • un cucchiaio di paprika dolce
  • un cucchiaino di aglio in polvere
  • un cucchiaino di pepe nero
  • un cucchiaino di pepe bianco
  • un cucchiaio di sale
  • due stelle di aniche sbriciolate
  • un cucchiaino di paprika affumicata
  • due cucchiaini di origano

Per la coleslaw di contorno (insalata di cavolo viola)

  • mezzo cavolo viola piccolo
  • due cucchiai di maionese
  • un cucchiaio di aceto
Preparazione

In una ciotolina uniamo tutte le spezie per il rub, prendiamo il nostro pezzo di carne e cospargiamolo bene prima con la senape all’antica e successivamente con le spezie, massaggiando bene e fino ricoprirlo interamente.

Mettiamolo dentro un contenitore con coperchio o una pirofila che copriremo con pellicola trasparente e lasciamo marinare in frigorifero per 12/24 ore.

Trascorso il tempo di marinatura, lasciamo la carne fuori da frigo per una mezz’ora e accendiamo il forno ventilato a 200 gradi. In una pirofila adagiamo il nostro maiale e facciamo cuocere senza copertura 10 minuti per lato.

Prepariamo due fogli di di alluminio, sovrapposti per metà, e trascorso il tempo di cottura sopraindicato, appoggiamoci la carne. Dobbiamo avvolgerla completamente, ma prima di chiudere aggiungiamo i 4 cucchiai di acqua e i 2 cucchiai di aceto di mele.

Abbassiamo la temperatura del forno a 120 gradi e facciamo cuocere il nostro pulled pork per almeno 1 ora e 45 minuti, anche due ore.

Il cuore della carne dovrà raggiungere una temperatura fra i 90 e 95 gradi, per misurarla aiutiamoci con un termometro da cucina, ne esistono alcuni specifici per la carne, vi lascio il link qui: https://amzn.to/2Bflypf

Una volta raggiunta la temperatura corretta, togliamo la carne dal forno, posizioniamola su una teglia, togliamo l’alluminio e iniziamo a sgranarla con una forchetta, vedrete che sarà facilissimo sfilacciarla perché sarà tenerissima!

Adesso passiamo alla coleslaw, un contorno usato tantissimo in America. Questa è una versione semplificata e veloce. Tagliamo a fettine sottili il cavolo (si può usare anche quello bianco) e condiamolo con un po’ di sale, pepe, maionese e aceto.

Il pulled pork può essere gustato al piatto, quindi senza pane, con l’insalata di cui sopra e della salsa bbq, oppure tutto può essere inserito in un buonissimo panino!

In questo ultimo caso, tagliamo a metà i nostri buns, spalmiamoli con salsa bbq e inseriamo una bella forchettata di pulled pork, aggiungiamo altra salsa bbq e poi la coleslaw!

E’ amore al primo morso!

Aspetto di sapere cosa ne pensate!!

Take care,

Elisabetta

Condividete con i vostri amici su:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram