Scoperte culinarie, ricette, viaggi e di tutto un po'

FALL CAKELETS: tortine autunnali ai cachi

FALL CAKELETS: tortine autunnali ai cachi

Sono qui davanti al camino scoppiettante. Visto che in questi giorni Roma mi sta regalando un clima freddo e frizzante ne ho voluto subito approfittare.

Emma è sul letto raggomitolata che ronfa, Billy invece, accanto a lei, rosicchia il suo corno di cervo.

Questi sono i momenti in cui io mi sento a casa, in cui tutto sembra essere esattamente come lo vorrei: il tepore di casa, l’autunno fuori che esplode, un pranzo della domenica in famiglia che mi attende e una ricetta da condividere con voi.

Due anni fa avevo comprato degli stampi autunnali bellissimi della Nordic Ware e ho voluto usarli per provare dei dolcetti che rappresentassero anche nel gusto questa stagione.

Il protagonista è il frutto autunnale per eccellenza, se ci pensate uno dei pochi, insieme alle castagne, che si può gustare solo pochi mesi l’anno perché non viene coltivato in serra: IL CACHI.

Proveniente dalla Cina e per questo definito la Mela d’Oriente, questo dolcissimo frutto ha proprietà depurative, fa bene al fegato ed è ricco di vitamina C.

Ovviamente, è il frutto che preferisco sopra ogni cosa, sia nella versione soda del cachi vaniglia che nella versione classica e da mangiare al cucchiaio!

Nelle tortine poi mi è piaciuto ancora di più, ho anche deciso di non eliminare i filamenti all’interno della polpa perché mi piaceva l’idea di trovare parti più consistenti di questo frutto all’interno dei dolcetti.

L’aroma dello sciroppo d’acero inoltre rende queste tortine dolci, ma non stucchevoli!

Che dite, iniziamo a prepararli?

Ingredienti

Ingredienti secchi

  • 250 gr. di farina 0
  • 65 gr. di zucchero moscovado
  • 35 gr. di zucchero semolato
  • mezza bustina di cremor tartaro
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • un pizzico di sale

Ingredienti umidi

  • 1 cachi morbido e maturo
  • 1 uovo
  • 1 vasetto di yogurt bianco
  • 95 gr. di olio di semi
  • 2 cucchiai di sciroppo d’acero
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia
Procedimento

Preriscaldiamo il forno a 170 gradi, ventilato.

Per prima cosa togliamo la buccia al nostro cachi ed eliminiamo, se presenti, i semi al suo interno. Con una forchetta o con le mani lavoriamo la polpa e in una ciotola capiente mescoliamola con lo yogurt. Se preferiamo togliere i filamenti all’interno del frutto passiamola con un colino.

Adesso aggiungiamo lo sciroppo, l’olio e con una frusta amalgamiamo bene.

In un’altro contenitore setacciamo la farina, il cremar tartaro e il bicarbonato; aggiungiamo lo zucchero e mescoliamo con una forchetta.

Poco alla volta aggiungiamo gli ingredienti secchi a quelli umidi, senza lavorare troppo l’impasto.

Io ho usato uno spray staccante per la teglia, ma andrà bene anche solo un poco di olio passato nello stampo con uno scottex per togliere l’eccesso.

Possiamo scegliere lo stampo che preferiamo, anche quello per muffin andrà bene.

Riempiamo per tre quarti gli stampini e inforniamo a 170 gradi per 25/30 minuti. Controlliamo sempre prima di sfornare con uno spiedino se l’interno delle nostre tortine è cotto. Lo spiedino dovrà uscire asciutto, nel caso rimanesse attaccato l’impasto, continuiamo a cuocere. I forni sono tutti diversi quindi anche i tempi di cottura variano!

Una volta cotte, lasciamo intiepidire e serviamoli così, magari con una tazza di caffè americano bollente!

Ancora buon autunno!
Take care.

Condividete con i vostri amici su:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram