Kumquat e quaglie: un secondo d’eccezione

Kumquat e quaglie: un secondo d’eccezione

Ricordo da sempre di aver avuto un albero di mandarini cinesi in giardino, mi piaceva da morire perché piccolo e colorato! Da bambina li ho sempre mangiati così, passando accanto all’alberello, staccandone uno alla volta e gustandoli al sole!

I kumquat, nome che ho scoperto successivamente, hanno un gusto acidulo e dolce, si mangiano con tutta la buccia e hanno un sapore inconfondibile. Perfetti per marmellate, liquori e canditi, qualcuno li utilizza anche in abbinamento alla carne, tra questi, la sottoscritta!

Non ho voluto proporre però dei semplici petti di pollo infarinati, che comunque avrebbero avuto il loro perché, ed ho optato per qualcosa di più scenografico che, ormai lo sapete, adoro: le quaglie!!! Veloci da fare, soddisfacenti e saporite, il mio ideale di monoporzione!!!

Questo piatto l’ho amato. I mandarini cinesi conferiscono quell’aroma agrumato che si sposa benissimo con la carne bianca e con i cavoletti di Bruxelles, aggiunti per dare rotondità al piatto e salutare l’inverno!

La preparazione è semplicissima e veloce, inoltre si sporca pochissimo!

Iniziamo?

Ingredienti

Per 2 persone

  • 4 quaglie (400 gr circa)
  • 12 kumquat
  • 6 cavoletti di bruxelles
  • 1 bicchierino di Cognac o Brandy
  • 2 rametti di rosmarino
  • aglio in polvere q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • olio evo q.b.
Preparazione

Preriscaldiamo il forno a 180 gradi ventilato.

Portiamo a bollore dell’acqua e facciamo bollire per 5 minuti i cavolini di Bruxelles mondati e tagliati a metà. Teniamo da parte.

Puliamo bene le quaglie da eventuali residui all’interno aiutandoci con un cucchiaino. Aggiungiamo nella cavità di ciascuna quaglia un pizzico di sale, pepe, un filo di olio e successivamente inseriamo un mandarino cinese intero e precedentemente lavato. Ripetiamo la stessa operazione con le altre tre quaglie. Con uno spago da cucina, facciamo un nodino per legare tra loro le zampette e con un altro pezzetto di spago facciamo un nodo per tenere ferme sul petto le ali (si può anche saltare questo passaggio che è puramente estetico!).

Ungiamo il fondo di una pirofila da forno, posizioniamo le quaglie e aggiungiamo i kumquats, alcuni interi altri tagliati a rondelle e privati dei semi. Inseriamo nella pirofila anche i cavolini bolliti, condiamo tutto con olio, sale, pepe, un pizzico di aglio in polvere e il rosmarino.

Inforniamo per 25/30 minuti, a metà cottura aggiungiamo un bicchierino di brandy o cognac e continuiamo la cottura; le quaglie dovranno a colorarsi all’esterno, se ancora “pallide” lasciamo in forno ancora qualche minuto.

Serviamole calde insieme ai kumquat, ai cavolini e al liquido di cottura!

Spero vi piaccia!!

Condividete con i vostri amici su:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram