Stylish comfort cooking and lifestyle

Mooncakes alle castagne: festeggiamo l’autunno in stile asiatico?

Mooncakes alle castagne: festeggiamo l’autunno in stile asiatico?

Le mooncakes sono delle tortine rotonde e bellissime che in Cina vengono preparate per il Festival di Metà Autunno (Mid-Autumn Festival), una festa che risale a 3000 anni fa in cui si ringrazia l’influenza della Luna per l’abbondanza del raccolto nei campi!

Il Moon Festival o Mooncake Festival (chiamato anche così) che cade il 15esimo giorno dell’ottavo mese del calendario lunare, è una delle festività più importanti per molti paesi asiatici dopo il Capodanno Cinese e, poiché spesso lo si festeggia riunendosi a tavola con la famiglia, è spesso paragonato al Thanksgiving americano!

Personalmente ho avuto modo di conoscere le mooncakes quando lavoravo in una boutique di moda, perché alcuni affezionati clienti cinesi le portavano in dono intorno a settembre e ottobre, dentro a delle bellissime scatole di latta decorate! Le ho adorate da subito, con i loro decori tipici e la loro consistenza spugnosa e golosa!

Queste affascinanti tortine vengono farcite in diversi modi: con la marmellata di azuki ad esempio, per una versione più giapponese, oppure con frutta secca, tè verde e altri mille ingredienti, che devono però avere una consistenza farinosa, malleabile e friabile (cosa che si ottiene aggiungendo farine e olii).

Tradizionalmente all’interno di ogni dolcetto viene messo un tuorlo d’uovo sodo (a ricordare la forma della Luna) che ho avuto modo di assaggiare e non era affatto male, ma comprendo che, per i gusti occidentali e considerando anche la reazione delle ex colleghe, non sia proprio una soluzione adatta a tutti.

Allora, visto che amo l’autunno, che questo è un dolce che celebra questa stagione e che siamo in Italia, ho deciso di prepararlo con le castagne, trovando in merito una ricetta sul blog misschinesefood.com, di cui ho un po’ rivisitato le dosi.

Per quanto riguarda invece l’impasto dorato che dà vita all’involucro, ho fatto incetta di ricette di ogni tipo, trovando il mio personale dosaggio che mi ha consentito di ottenere dei dolcetti pazzeschi!!!

COSA OCCORRE?

Sì, perché non è una ricetta che si può preparare con quello che si ha in casa…

Innanzitutto serve lo stampino apposito, che si trova tranquillamente su Amazon in diverse dimensioni (io ne ho usato uno piccolino) con diversi decori da poter inserire.

Poi occorrono due ingredienti di difficile reperibilità:

  • il golden syrup: uno sciroppo di zucchero denso e colloso, tipico della cucina cinese (anche questo su Amazon);
  • la lye water o kansui: un’acqua alcalina che non sono riuscita a trovare, ma che si può sostituire con bicarbonato cotto in forno e acqua (di seguito vi spiego i dettagli). Il kansui serve a diminuire l’acidità contenuta nello sciroppo e a garantire un colore giallo alla pasta, è un ingrediente molto utilizzato nei ramen.

Per il resto la preparazione è facile e veloce (anche vegetariano!!!), soprattutto perché questo ripieno alle castagne è veloce e furbo, a differenza di altri ripieni che richiedono ingredienti poco diffusi e preparazioni più lunghe!

Adesso che di queste mooncakes sappiamo un po’ di più, mettiamoci all’opera!!!

Iniziamo?!

MOONCAKES ALLE CASTAGNE

INGREDIENTI

PER 6-8 MOONCAKES PICCOLI

PER L’IMPASTO

  • 100 g di farina 00
  • 60 g di golden syrup
  • 1.5 g di kansui (1/4 di teaspoon se abbiamo i dosatori americani)
  • 20 g di olio di semi

PER IL FILLING

  • 220 g di castagne cotte al vapore
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 25 g di olio di semi

PER IL KANSUI fatto in casa

  • 9 g di bicarbonato di sodio (1 tsp)
  • 18 g di acqua (4 tsp)

PER DORARE

  • 1 tuorlo
  • 4 cucchiai di latte (anche vegetale)

PREPARAZIONE

Iniziamo con il kansui o acqua alcalina, fatta in casa qualora non riuscissimo a trovarla. Preriscaldiamo il forno a 175° ventilato e spolveriamo su un foglio di carta forno un cucchiaino di bicarbonato.

Facciamo cuocere per 35 minuti, pesiamolo e vedremo che avrà perso peso, dovrebbe essere intorno ai 3 g. Questo aumenta l’alcalinità del bicarbonato, che dovrà infatti non essere maneggiato o inalato perchè potrebbe irritare.

Uniamo il bicarbonato con 18 g di acqua e sciogliamo bene.

Ora in una boule capiente versiamo il golden syrup e aggiungiamo la dose di kansui, mescoliamo e aggiungiamo l’olio. Mescoliamo ancora e iniziamo a setacciare la farina all’interno della boule, incorporandola piano piano e poi spostandoci su una spianatoia per lavorare l’impasto a mano finché liscio e umido. Lasciamo riposare per 30/40 minuti.

Adesso occupiamoci del ripieno. Possiamo acquistare le castagne già cotte al vapore oppure cuocerle noi incidendo la buccia con un coltello senza scalfire la polpa e utilizzando la vaporiera a microonde o classica. Saranno cotte quando la punta di un coltello penetra all’interno della polpa senza problemi.

Sbucciamo le castagne e lasciamo intiepidire la polpa. Una volta tiepide, sbricioliamole con le mani e inseriamo il composto in una busta di plastica che chiuderemo facendo attenzione a fare uscire l’aria.

Con un matterello schiacciamo la nostra granella di castagne più volte per renderla ancora più pastosa. Poi trasferiamo il composto in una padella su fuoco medio basso e facciamo asciugare per 1 minuto prima di aggiungere il cucchiaio di zucchero. Incorporiamo per un altro minuto e poi aggiungiamo l’olio un po’ per volta fino ad incorporarlo del tutto. Adesso il composto sarà modellabile con le mani.

Preriscaldiamo il forno a 180° ventilato.

Lasciamo freddare la farcia e poi formiamo della palline prendendo come riferimento lo stampo che abbiamo a disposizione, la dimensione dovrà essere poco più piccola della circonferenza del timbro.

Una volta preparate le sfere di ripieno, occupiamoci della pasta, modelliamola in un cilindro e dividiamola in 8 parti, diamo una forma sferica ad ogni pezzetto e tra due fogli di carta forno appiattiamo con un matterello a formare un cerchio che andrà a ricoprire la sfera di castagne.

Consideriamo che il ripieno è molto abbondante, quindi bisogna stendere l’impasto lasciandolo spesso 2-3 mm e fasciare bene la farcia come fosse una seconda pelle. Tenderà a rompersi, ma si modella facilmente con le mani ricompattandosi perfettamente.

Inseriamo poi il tutto dentro lo stampino, pressiamo su un foglio di carta forno e posizioniamo la tortina su una teglia ricoperta di un tappetino microforato o di apposita carta.

Spennelliamo leggermente la superficie delle nostre mooncakes con il tuorlo e il latte sbattuti, facendo attenzione a non creare eccesso di bagna sulla superficie.

Inforniamo per 10 minuti, una volta dorati tiriamo fuori dal forno, spennelliamo di nuovo e lasciamo riposare 10 minuti prima di servire.

Le mooncakes con ripieno di castagne sono pronte da gustare con un tè caldo, un caffè bollente o perché no, un buon pumpkin spice latte!!! Che l’autunno sia servito, anche in versione asiatica!!!

Take Care,

The Autumn Lady

Condividete con i vostri amici su:


1 thought on “Mooncakes alle castagne: festeggiamo l’autunno in stile asiatico?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram