Stylish comfort cooking and lifestyle

3 giorni a Copenhagen: i ristoranti da non perdere

3 giorni a Copenhagen: i ristoranti da non perdere

Copenhagen è la capitale europea del food e detiene il primato di presenze di ristoranti stellati, tra cui il rinomato Noma delle Chef René Redzepi. Questa capitale danese è un parco giochi per gli appassionati di cucina e la dimostrazione di quanto ci sia da conoscere della gastronomia nordica, famosa per la valorizzazione delle materie prime che il territorio offre.

Ho trascorso dei giorni splendidi in questa città che profuma di mare e serenità. Merito sicuramente della compagnia di Teresa Balzano, una perfetta compagna di viaggio e amica, e della nostra compulsione nel volere vedere e mangiare praticamente tutto senza sosta!

Siamo state in Danimarca ad Ottobre, cosa che ha reso la mia permanenza ancora più eccitante visto il clima autunnale, i colori, le zucche ovunque e, con grande stupore e gioia, un amore per Halloween pazzesco!

Parlarvi di Copenhagen a tutto tondo diventerebbe prolisso, quindi, a parte qualche foto introduttiva delle meraviglie di questa città, mi focalizzerò sui ristoranti testati e sui cibi che assolutamente non potete non provare durante il vostro soggiorno, per assaporare davvero la cultura danese e scandinava!

Il merito va sempre a Teresa, che prima di partire ha stilato una lista dei MUST HAVE TO TRY, di cui io mi sono fidata ciecamente senza il minimo dubbio!

Dai, venite con me alla scoperta della cucina del nord, a volte contaminata, a volte purista, come piace a me!

DOVE E COSA MANGIARE A COPENHAGEN

HIJA DE SANCHEZ

Rosio Sanchez dopo diverse esperienze in Messico, si innamora della Danimarca e lavora come pasticciera con René Redzepi al ristorante stellato Noma prima di aprire il suo primo ristorante di tacos a Copenhagen.

Famosissimi in tutto il mondo, questi tacos venduti vista mare presso il locale a Kødbyens all’inizio e poi anche al mercato Torvehallerne, unisco tutta la tradizione messicana agli ingredienti danesi.

Dopo tutto il suo successo Chef Sanchez apre altri locali, tra cui SANCHEZ, ed è qui che siamo state.

Piatti prelibati, delicatissimi, ma dai sapori spiccati! Degna di nota la tostada vegetariana con alghe e la zuppetta con cozze e finferli, tutte ricette fusion messicano-danesi, in cui nessuna terra prevarica sull’altra, in un gemellaggio di gusti perfetto!

Assolutamente consigliato, sia che vogliate mangiare i piatti della chef in una location chic come questa, che più easy come la prima storica, presso cui vengono serviti prettamente tacos.

AAMANN’S

Se vi chiedete dove mangiare degli smørrebrød che non siano pesanti e troppo ricchi di maionese, ma che siano sapientemente preparati con ingredienti di eccellenza e assolutamente made in Denmark, questo è il posto che fa per voi. Elegante, accuratamente scandinavo, rilassante e dal personale eccellente!

Gli smørrebrød della vita li ho mangiati qui, di quei piatti che ti scende la lacrimuccia ad ogni sapore percepito dalle papille gustative.

Sicuramente di fascia alta, prezzi sopra la media, come tutta la città, famosa per non essere così economica. (Sfatiamo però il mito che la colazione costi 30 euro a persona perché non è così!).

Gli open sandwich danesi qui vengono serviti con diversi topping, a base di pesce (un classico sono le aringhe, ma anche gamberi e aragoste), carne, verdure, germogli, salse e sottaceti di ogni tipo.

I sottaceti in Danimarca sono una vera e proprio religione, non hanno a che fare con i nostri, sono più delicati e speziati e con i giusti abbinamenti riescono a fornire una nota acida che pulisce la bocca e offre armonia a qualsiasi ricetta!

BARR

Ristorante di Chef Redzepi, che ha voluto ricreare un’atmosfera meno stellata, consentendo però di poter vivere l’esperienza della sua cucina ad un pubblico più ampio, è in realtà un birreria che vanta tantissime etichette e un beer pairing davvero ottimo!

Anche se Barr, che in danese significa orzo, si specializza sulla birra, non è da meno con il menù molto scandinavo, minimal e gourmet.

Atmosfera meravigliosa, grazie anche all’arredamento dove il legno fa da padrone e scalda il tutto.

Kødbyens Fiskebar

Uno dei locali che ho amato di più, perché in pieno stile danese! Mi è sembrato di essere nata e cresciuta a Copenhagen, avendo modo di assaggiare dei piatti pazzeschi che tutt’oggi ricordo con tanta felicità.

La trota affumicata servita su un waffle di patate, dalla consistenza vellutata e una leggera nota smoky, è un piatto che tengo nel cuore e mi riprometto di provare a ripetere in casa.

Le cozze freschissime, la gentilezza del cameriere che ci ha fatto provare mille vini diversi, l’immancabile fish&chips, croccante e gustosissimo, per non parlare del pane fatto in casa e il burro alle alghe!

CONDITORI LA GLACE

Pasticceria (conditori in danese) storica di Copenhagen, nonché la più antica di tutta la Danimarca, è stata fondata nel 1870 e ci è stata consigliata dalla mitica Chiara Caprettini, esperta di paesi nordici e autrice del blog Nordfoodovestest.

Qui si possono trovare tutti i dolci della tradizione (a base di marzapane, glasse e decori sontuosi) che si esibiscono nella meravigliosa vetrina sotto il bancone in marmo.

Colori pastello scaldano la sala interna, dove consiglio di sorseggiare un tè e assaggiare un pasticcino seduti ai tavoli in stile bohémien!

TORVEHALLERNE – IL MERCATO

Cavallo di battaglia di Copenhagen, un mercato all’aperto ricco e abbondante, con banchi super curati e con ingredienti della stagione danesi e non. La parte esterna è costeggiata da due gallerie vetrate ricche di corner in cui si possono degustare piatti di diverso genere.

Pesce di ogni tipo cucinato al momento, le famose frittelle di pesce, smørrebrød, hamburger di carne danese (davvero ottima!), i famosi porridge e tanto altro.

Non potete visitare Copenhagen senza vedere questa perla!

POLSE – STREET FOOD

I pølse non sono nient’altro che gli hot dog versione danese! Sono essenzialmente würstel di suino, i più tradizionali di colore rosso per la paprika utilizzata, serviti con salse e cetriolini sott’aceto.

Si trovano ovunque per strada e sono assolutamente da provare perché economici e buonissimi!!!

OLE & LAGKAGEHUSET e le bakery della città

Passeggiando oltre la zona pittoresca di Nyhavn di Copenhagen, ho incrociato questa splendida bakery ricca di dolci e pane dall’aspetto super invitante.

Mi sono fermata per assaggiare un cupcake alla zucca che era davvero delizioso!

Le bakery sono sparse per tutta la città, lasciatevi ispirare e fermatevi a provare qualche dolce e a comprare il loro mitico pane di segale e cereali, quello che viene utilizzato per gli smorrebrod per intenderci!

Siamo giunti alla fine di questo tour gastronomico! Perdersi tra le leccornie che questa città ha da offrire è davvero divertente, quindi il mio consiglio è: PROVATE TUTTO!!!

Dalla colazione alla cena, avrete davvero l’imbarazzo della scelta! Non c’è niente di più bello che mangiare bene in una nuova e stupenda città!

Take care and visit the world,

The Autumn Lady

Condividete con i vostri amici su:


1 thought on “3 giorni a Copenhagen: i ristoranti da non perdere”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram