Fine Comfort Cooking

Zuppa di cicerchie con porcini e castagne

Zuppa di cicerchie con porcini e castagne

La zuppa di cicerchie con porcini e castagne è un piatto semplice da realizzare, nutriente e tanto tanto buono.

Ho sempre apprezzato questa tipologia di piatti, perché completi, sostanziosi e perfetti per una giornata fredda. Trovo inoltre che le zuppe siano una coccola che si assapora dopo una lunga giornata trascorsa a correre e a combattere. Ti chiede di fermarti, soffiare sul cucchiaio fumante e gustare.

Veniamo invece alle CICERCHIE, dei legumi dal colore che vira dal grigio, bianco e giallo, coltivati nel sud d’Italia. Sono state demonizzate per parecchio tempo, a causa di una sostanza nociva che sprigionavano se coltivate in clima arido e se non cotte e tenute in ammollo per il giusto tempo.

Fortunatamente la cicerchia sta riapparendo nelle nostre cucine sostituendo tranquillamente ceci, fagioli e lenticchie, in qualsiasi preparazione.

I legumi in generale richiedono delle procedute di preparazione precise, che vanno rispettate proprio per “pulire” e preservare la bontà dell’ingrediente.

Quando Emanuela mi ha inviato alcuni prodotti Made in Puglia dal suo shop online Il Cucchiaio Saporito, ho subito adocchiato questo ingrediente a me poco familiare per creare una zuppa diversa dal solito.

Gli ultimi funghi porcini della stagione e delle castagne bollite (in assoluto le mie preferite) hanno fatto il resto.

Questa è una ricetta molto semplice da eseguire, richiede giusto un po’ di tempo per l’ammollo delle cicerchie e per la cottura delle castagne. Questi due passaggi infatti me li ero anticipati il giorno prima, così da avere il tutto pronto in poco più di 45 minuti il giorno successivo!

La zuppa di cicerchie con porcini e castagne trasformerà il vostro pasto in un momento di gratificante piacere!

Provare per credere!

Se cercate altre ricette autunnali coccolose vi consiglio il mio cremosissimo RISOTTO AI FUNGHI!

Iniziamo?

ZUPPA DI CICERCHIE CON PORCINI E CASTAGNE

INGREDIENTI

  • 200 g di cicerchie secche decorticate
  • 150 g circa di funghi porcini
  • 350 g di castagne (crude, da cotte sono 250 g circa)
  • 1 spicchio di aglio
  • due rametti di nepitella (menta selvatica)
  • olio evo
  • sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

Mettiamo in ammollo il giorno prima per almeno 20 ore le nostre cicerchie.

Incidiamo con un coltellino a seghetta le castagne, creando una X ampia sulla superficie più cicciotta.

Mettiamole a bollire partendo da acqua fredda e contiamo 20 minuti di cottura dal bollore. Spelliamole quando ancora calde, la pellicina andrà via molto facilmente. Teniamo da parte o conserviamo in frigo se questa operazione viene eseguita il giorno prima.

Trascorse le 20 ore, scoliamo le cicerchie e facciamole bollire in abbondante acqua per 45 minuti.

Nel frattempo puliamo i funghi porcini eliminando con un coltellino e un panno bagnato la terra. Tagliamoli a cubetti e rosoliamoli velocemente in padella con un filo di olio e l’aglio per qualche minuto, aggiungendo anche la mentuccia (in alternativa prezzemolo o rosmarino andranno benissimo).

Scoliamo le cicerchie e ripassiamole con parte delle castagne in una padella capiente con un goccio di olio, prima di inserirle nuovamente in pentola, aggiungere i funghi porcini, le restanti castagne (un po’ intere, altre sbriciolate con le mani) e acqua a coprire.

Cuociamo per 10/15 minuti, aggiungendo acqua per un risultato meno denso.

Preleviamo due mestoli di zuppa e versiamoli nel bicchiere del mixer per farne una crema che andremo ad aggiungere alla zuppa per un tocco più cremoso.

Per guarnire, possiamo rosolare dei funghi porcini con un po’ di burro.

La nostra zuppa di cicerchie con porcini e castagne è pronta, cucchiai alla mano e che inizi la piacevolezza!

Take care,

The Autumn Lady

Condividete con i vostri amici su:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pinterest
fb-share-icon
Instagram