Fine Comfort Cooking

Onigirazu: il sandwich di riso giapponese

Onigirazu: il sandwich di riso giapponese

L’onigirazu è un sandwich di riso giapponese avvolto da alga nori, farcito con i più svariati ingredienti!

La ricetta da cui trae origine è l’onigiri, una palla di riso ripiena tradizionalmente da salmone cotto. Dalla forma triangola, modellata, con le mani, è presente in ogni cartone animato giapponese che si rispetti!

Un classico nipponico, che si è evoluto negli anni ’90 in questa nuova versione che letteralmente significa “palla di riso da non modellare con le mani”!

In effetti, non è necessario lavorarlo per dargli la forma che vedete, basterà solo avvolgerlo con l’alga e compattarlo leggermente, prima di tagliarlo a metà!

Nato grazie ad un personaggio di un manga per adulti “Cooking Papa”, l’onigirazu unisce la cultura giapponese con quella occidentale. Il ripieno infatti non è necessariamente tradizionale, anzi, molto spesso gli ingredienti sono totalmente estranei alla cucina d’Oriente.

La preparazione di questi panini di riso, chiamati anche sushi sandwich, è semplice e divertente! Basterà preparare del riso per sushi, sistemarlo sull’alga e impilare ciò con cui lo si desidera farcire, prima di chiuderlo con un altro strato di riso e avvolgerlo con l’alga.

Viene poi servito tagliato a metà, con salse a piacere (teriyaki, maionese giapponese, soia, sriracha mayo ecc…) e mangiato con le mani!

Protagonista delle bento box (il famoso contenitore del pranzo giapponese) di tutto il mondo, l’onigirazu che vi presento oggi è in due versioni!

Entrambe sono farcite con il pollo fritto impanato nel panko (pangrattato giapponese), l’avocado e le fragole, ma se in uno ho aggiunto lo spinacino, nell’altro ho voluto utilizzare il cavolo viola!

Entrambe le versioni, molto simili, sono ottime! Un’alternativa simpatica, deliziosa e fresca per il pranzo, anche di lavoro, o una cena easy tra amici e non! Basterà stappare una bella birra giapponese et voilà!

Io adesso che li ho provati non li lascerò più e non vedo l’ora di provare altri abbinamenti!!!

Per altre ricette fusion dal sapore asiatico, provate i miei Bao buns con pancetta glassata!

Iniziamo?

ONIGIRAZU

INGREDIENTI

PER 2 ONIGIRAZU (4 metà)

  • 250 g di riso per sushi
  • 1 tazzina e mezzo di aceto di riso
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 2 cucchiaini di mirin
  • 2 fettine di pollo
  • 1 uovo
  • panko q.b.
  • olio di semi per friggere q.b.
  • 50 g di cavolo viola
  • 3 fragole
  • 1 avocado
  • sale q.b.
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 2 fogli di alga nori

PROCEDIMENTO

Per prima cosa occupiamo del riso. Sciacquiamolo sotto acqua corrente dentro un colino per fargli perdere tutto l’amido. L’acqua con cui lo laviamo dovrà risultare trasparente.

Ultimato questo procedimento (molto importante, non saltatelo!), mettiamo il riso in un pentolino, versiamo l’acqua fino a ricoprirlo di 1 cm.

Appena l’acqua arriva a bollore, abbassiamo la fiamma e chiudiamo con un coperchio, dopo 10 minuti controlliamo e assaggiamo, dovrà essere morbido, ma non stracotto e chicchi si appiccicheranno tra loro.

Facciamo scaldare l’aceto di riso, versiamo lo zucchero e il mirin e facciamo cuocere finché lo zucchero non si sciolga del tutto.

Spostiamo il riso cotto in una ciotola, versiamo all’interno l’aceto di riso, lo zucchero e il mirin, mescoliamo e lasciamolo intiepidire, ricoperto da un panno umido per non farlo seccare.

Impaniamo i nostri petti di pollo, immergendoli prima nell’uovo e poi panandoli con il panko. Friggiamo in abbondante olio di semi ben caldo, fino a completa doratura. Scoliamo su carta assorbente e saliamo.

Tagliamo a fettine l’avocado mondato. In una ciotolina versiamo la verza precedentemente lavata e tagliare a listarelle e condiamola con aceto di mele e sale.

Laviamo lo spinacino e le fragole, che poi andremo ad affettare.

Su un piano asciutto, posizioniamo un’alga nori in modo che una delle punte sia rivolta verso di noi, non dovremmo vedere un quadrato, ma un rombo, peri intenderci. Al centro posizioniamo uno strato di riso (poco meno di 1 cm) e sistemiamolo creando un quadrato. Utilizziamo acqua sulle mani o sulle posate per agevolare questo passaggio.

Adesso assembliamo la farcia come più preferiamo, lasciando che la cotoletta sia al centro. Ricopriamo con un altro strato di riso.

Chiudiamo l’onigirazu piegando le punte dell’alga verso il centro del riso. Una volta chiuso, compattiamo leggermente con le mani.

Quando sarà il momento di gustarli, tagliamoli a metà e serviamoli con del sesamo nero e una salsa a piacere. Io ho utilizzato una maionese a cui ho aggiunto un cucchiaio di sriracha, ma va benissimo anche la soia, la teriyaki o quella che più preferite!

Un pasto nipponico colorato e gustoso, l’onigirazu sarà uno dei sandwich più buoni che potrete mai mangiare!

Take care,

The Autumn Lady

Condividete con i vostri amici su:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pinterest
fb-share-icon
Instagram